Il Consiglio federale avvia la procedura d’adesione all’UE

Ago 22 • Dall'UDC, Dalla Svizzera • 1742 Visite • Commenti disabilitati su Il Consiglio federale avvia la procedura d’adesione all’UE

Logo SVP

L’UDC respinge con determinazione il mandato di negoziato per un’integrazione istituzionale della Svizzera all’UE che il Consiglio federale ha messo in consultazione oggi. Il Consiglio federale cerca di spingere la Svizzera nell’UE e avvia questa procedura per la ripresa dinamica del diritto UE e l’assoggettamento della Svizzera alla giurisdizione UE. Per raggiungere questo obiettivo, il governo non esita a concludere con l’UE un trattato coloniale che farà della Svizzera un satellite di Bruxelles. Il passo seguente sarà l’adesione definitiva all’UE. Ma la Svizzera non ha bisogno di un’integrazione istituzionale all’UE.

 

Il progetto di mandato di negoziato messo in consultazione oggi dal Consiglio federale mira alla ripresa dinamica del diritto UE in tutti i settori importanti, l’assoggettamento della Svizzera a dei giudici stranieri, come pure una massiccia limitazione della sovranità  e della democrazia. In fin dei conti, non è importante sapere se la Svizzera si sottometterà alla giurisdizione della Corte di giustizia dell’UE come prevede il Consiglio federale o a quella dello SEE come suggeriscono alcuni professori di diritto disinteressati alla loro patria. In un caso l’UE diventerebbe di fatto l’istanza giudiziaria suprema della Svizzera, nell’altro sceglierebbe la via dello SEE che il popolo svizzero ha respinto e che, secondo il Consiglio federale, sarebbe solo una tappa verso l’adesione all’UE. Le due vie sono inaccettabili per uno Stato indipendente. La Svizzera non ha assolutamente bisogno di un’integrazione istituzionale nell’UE. Al contrario, essa deve la sua libertà e la sua buona situazione economica alla concezione indipendente del suo Stato, principio che il Consiglio federale cerca di distruggere con la sua procedura.

 

Se la Svizzera conclude un trattato con l’UE secondo il mandato di negoziato messo in consultazione oggi, essa dà inizio a un’adesione all’UE in sordina e perderà la sua indipendenza. Secondo il parere di diritto che ha richiesto al professor Thürer, il Consiglio federale vuole addirittura raggiungere questo obiettivo senza consultare il popolo. L’UDC si batterà con tutti i mezzi a sua disposizione contro questa evoluzione disastrosa per la Svizzera.

Comments are closed.

« »