Il Comitato del partito respinge all’unanimità l’iniziativa popolare «Economia verde»

Ago 20 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 608 Views • Commenti disabilitati su Il Comitato del partito respinge all’unanimità l’iniziativa popolare «Economia verde»

Logo UDC

Il Comitato del partito UDC si è riunito a Wettingen/AG. Esso ha respinto all’unanimità l’iniziativa popolare «Per un’economia sostenibile ed efficiente in materia di gestione delle risorse (economia verde)» del Partito die Verdi. Il Comitato è inoltre pronto a lanciare il referendum contro la Strategia energetica 2050 a condizione che l’economia sostenga finanziariamente la campagna di voto.  
La Strategia energetica 2050 distrugge l’approvvigionamento energetico vantaggioso, sicuro e sufficiente di cui gode oggi la Svizzera. Per far passare il suo progetto, la Confederazione ha comprato, a colpi di nuove forti sovvenzioni, numerose imprese, parti dell’economia e dell’agricoltura. Questi sono metodi socialisti. La fattura finale sarà pagata dai consumatori e dai piccoli acquirenti finali d’energia. Da un punto di vista politico fondamentale, è perciò assolutamente necessario che sia lanciato un referendum, in particolare da parte delle associazioni economiche. Su proposta dell’UDC del canton Zurigo, il Comitato del partito svizzero ha quindi deciso all’unanimità di lanciare il referendum, a condizione che le associazioni economiche partecipino alla campagna apportandovi un contributo finanziario sostanziale. L’Ufficio del Comitato prenderà una decisione definitiva a inizio ottobre, sulla base delle decisioni delle associazioni economiche.
Estremista e utopica, l’iniziativa “Economia verde” mira a ridurre di due terzi (-65%) il consumo di risorse in Svizzera. Questa messa sotto tutela delle cittadine e dei cittadini nel settore della mobilità, del consumo energetico, del riscaldamento e dei consumi in generale, avrebbe delle gravi conseguenze e sarebbe insopportabile per il paese e per l’economia produttiva. Essa provocherebbe un’importante soppressione di posti di lavoro e, di conseguenza, un forte calo della prosperità in Svizzera. Il Comitato del partito ha perciò deciso all’unanimità di raccomandare il rigetto di questa iniziativa.


Il Comitato del partito raccomanda inoltre, con 69 voti contro 2, all’assemblea dei delegati di sabato 20 agosto 2016, di sostenere la nuova legge sul servizio d’informazione e all’unanimità di respingere l’iniziativa AVSPlus dei sindacati.

Dopo la riunione, il Comitato del partito ha incontrato la popolazione di Wettingen nell’ambito delle manifestazioni “L’UDC fra la gente“. 

 

Berna, 19 agosto 2016

Comments are closed.

« »