I Giovani UDC Ticino a colloquio con Silvio Tarchini

Feb 4 • Dal Cantone, Dall'UDC • 1264 Views • Commenti disabilitati su I Giovani UDC Ticino a colloquio con Silvio Tarchini

Foto GUDC

Lunedì 3 febbraio, una delegazione dei Giovani UDC Ticino, composta dal presidente Alain Bühler e dalla deputata UDC in Gran Consiglio Lara Filippini, ha consegnato al signor Silvio Tarchini le varie candidature pervenute al segretariato nelle settimane scorse. Ben 184 i residenti che hanno preso contatto e che sono a disposizione del Fox Town, e non solo provenienti dal settore del commercio al dettaglio, ma anche dai settori amministrativo, della ristorazione, alberghiero, della manutenzione, delle pulizie e della logistica.

L’incontro con il signor Tarchini si è tenuto in un clima disteso e cordiale nel quale si è avuto modo di affrontare la questione da cui è scaturita l’iniziativa dei Giovani UDC, ossia le dichiarazioni del patron del Fox Town e le assunzioni di personale residente. Il signor Tarchini ha confermato ciò che già si sapeva, ovvero che le assunzioni all’interno degli store sono una questione gestita da quest’ultimi, e ha altresì comunicato che da sempre la direzione auspica l’assunzione di impiegati residenti. I Giovani UDC hanno  però comunicato la conferma da parte di alcuni candidati, che certi store manager dichiarano apertamente, alla richiesta di un posto di lavoro, di preferire lavoratori da oltre confine. Una questione che la direzione del Fox Town si è subito detta disponibile a chiarire anche se, con il diritto attualmente in vigore (accordo di libera circolazione delle persone), non si può obbligare ad assumere solo residenti (sic!). I Giovani UDC e la direzione, infine, hanno convenuto di vagliare la disponibilità di posti per i nostri candidati in tutto il Tarchini Group e non solo al Fox Town.

I Giovani UDC segnalano, grazie anche alle dichiarazioni della direzione del Fox Town,  un increscioso andazzo nella ricerca di personale di vendita – e questa volta  non da parte dei datori di lavoro – a conferma di ciò che peraltro avevano già sentito da altri imprenditori, ovvero la grande difficoltà di reperire profili dagli uffici regionali di collocamento (URC). Un altro imprenditore ticinese, per esempio, sta ancora aspettando da agosto scorso due profili professionali necessari per la sua attività dall’Ufficio regionale di collocamento di Lugano. Se ci sarà disponibilità, sopperiranno i Giovani UDC con il loro pool di candidati.

Ed è proprio per questo motivo,  vista la palese e assoluta impossibilità di far assumere tutti dal signor Tarchini, che i Giovani UDC Ticino invitano l’imprenditoria del nostro Cantone che è alla ricerca di personale indigeno a contattarli all’indirizzo email gudc.ti@gmail.com: sarà loro premura vedere se tra i curricula ricevuti sinora ci sia il candidato ideale. I Giovani UDC tengono a sottolineare che il loro fine non è assolutamente quello di sostituirsi agli uffici di collocamento, ma se con questa azione una buona parte dei disoccupati annunciati potrà riuscire a rientrare nel mondo del lavoro, non potranno che esserne felici.

I Giovani UDC resteranno comunque in contatto con i candidati al fine di monitorare l’evolversi della situazione e nella speranza che possano trovare finalmente uno sbocco professionale.

Inoltre i Giovani UDC comunicano già sin d’ora l’inoltro di un’interrogazione al Consiglio di Stato da parte della nostra deputata in Gran Consiglio, in merito a questa incomprensibile impossibilità di reperire profili professionali dagli URC. Una situazione assolutamente inaccettabile alla luce della condizione odierna del nostro mercato del lavoro.

 

Giovani UDC Ticino

Comments are closed.

« »