Hanno tarpato le ali al grifone!

Mag 31 • L'opinione • 1111 Views • Commenti disabilitati su Hanno tarpato le ali al grifone!

Drake

Difenderemo il nostro spazio aereo con gli aquiloni?

Hanno tarpato le ali al grifone!

 

Accettiamo, e ci mancherebbe, in ossequio al sistema democratico, il responso delle urne! Possiamo comunque esprimerci di fronte a quella che ci sembra una palese contraddizione: sì all’esercito, no a mantenerlo efficiente. Chissà, forse siamo un po’ tardi e non abbiamo capito – era già successo lo scorso 9 febbraio – quindi non ci si deve meravigliare!

L’esercito, come sappiamo, è il bersaglio privilegiato della $inistra, quella internazionalista, pseudo-rivoluzionaria e utopica che conosciamo. Altro dato che non deve meravigliarci più di tanto. Ora, per non prenderci per i classici fondelli, dobbiamo deciderci: cosa vogliamo? Un esercito forte, ben addestrato e ben equipaggiato, oppure un esercito d’operetta, di soldatini di piombo?

Sarà opportuno pensarci – i disfattisti di mestiere lo stanno facendo e da un pezzo e il risultato sortito il 18 maggio, darà loro l’appiglio per lanciare un’ulteriore iniziativa con lo scopo di assestare un altro duro colpo all’esercito di milizia. Se poi si considerano le naturalizzazioni a getto continuo che con grande, troppa generosità, concediamo a gente che di questo Paese – per dirla a muso duro – se ne frega, fra pochi anni saremo alla mercé del primo venuto, privi di difese adeguate e facile boccone per i numerosi squali che ci circondano!

Il mondo non è propriamente un’oasi di pace: in molti paesi se le stanno dando di brutto. Inoltre c’è sempre il rischio del fanatismo religioso che sta causando un immane numero di vittime un po’ ovunque a latitudini raggiungibili da noi e viceversa, in poche ore di volo, appunto! E allora, cosa vogliamo fare per proteggere adeguatamente, senza dover dipendere da nazioni “amiche”, il nostro spazio aereo e il nostro territorio? Acquistare aquiloni? Ci si potrebbe rivolgere ai Cinesi, sono maestri sia nell’arte di costruirli sia nel farli volare: la $inistra ne sarebbe felice, considerata l’ideologia praticata da quelle parti e, beninteso, non solo a livello teorico-salottiero!

Indubbiamente il Grifone è nato male, o meglio, è stato presentato male! La campagna è partita in ritardo e non è stata gestita come si doveva. Solo degli ingenui possono illudersi che ci stiamo avviando verso un’era di pace e di amore che coinvolgerà tutta l’umanità. Ci sono sintomi che non inducono di certo all’ottimismo e che fanno temere tempi grami. Nessuno è al riparo da minacce e queste possono concretizzarsi con effetti assai nefasti. Il discorso sui velivoli da combattimento – piaccia o no ai San Francesco nostrani, a quelli che sono disposti a porgere l’altra guancia, ai pacifisti e compagnia bella – dovrà essere ripreso. Bisognerà trovare la “quadra” e soprattutto fare in modo che quei 3,5 miliardi (già conteggiati nel budget per l’esercito) non vengano scialacquati/regalati – come d’abitudine (!) – a paesi che non li useranno certamente per acquistare caramelle o per migliorare la vita della loro gente, figuriamoci!

Sempre a proposito delle votazioni dello scorso 18 maggio: “Se Atene piange, Sparta non ride”.Infatti ci consola l’asfaltatura di due temi particolari in votazione: l’iniziativa sui salari minimi e quella nei confronti della pedofilia. Gli “spartani” si stanno lacerando le vesti, lanciando urla di dolore per la dura sconfitta subita.

In questo caso ha prevalso il buon senso! In quanto a quelli che: “ai pedofili va data un’altra opportunità”, c’è da segnalare la reazione della Simonetta nazionale che si dice “preoccupata (SIC!) perché, (udite, udite) l’iniziativa viola il principio della proporzionalità”.

Gentile Signora, permetta una domanda: lei ha figli, magari piccoli? Se sì, la sua sparata ci sorprende non poco! Non vorremmo che anche in questo caso, si trovasse il modo per non applicare alla lettera ciò che il Sovrano ha deciso!

Nel caso in cui di figli non né avesse, allora accetti il nostro consiglio: si dimetta! Potrà dedicarsi totalmente alla musica, al suo pianoforte. Sta arrivando l’estate e i pianisti di piano-bar, in questo periodo dell’anno, sono assai richiesti!

Comments are closed.

« »