Finanziamento non garantito del FOSTRA – l’iniziativa per un equo finanziamento dei trasporti è più necessaria che mai

Mag 4 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 464 Visite • Commenti disabilitati su Finanziamento non garantito del FOSTRA – l’iniziativa per un equo finanziamento dei trasporti è più necessaria che mai

Logo UDC

Il Fondo per le strade nazionali e il traffico d’agglomerato (FOSTRA) introduce, da una parte un nuovo modo di finanziamento di progetti stradali e, dall’altra, comprende delle decisioni concrete concernenti lo sviluppo della rete delle strade nazionali, in particolare con l’integrazione del rivisto decreto sulla rete. L’UDC approva questo principio. Per contro, s’oppone a qualsiasi aumento delle imposte, per cui respinge il progetto parziale 2 che prevede un aumento dell’imposta sugli oli minerali di 4 centesimi il litro.

L’insufficienza di capacità delle strade nazionali è oggi talmente manifesta che più nessuno dubita della necessità d’investire in questa infrastruttura, pena il soffocamento della crescita economica nel nostro paese. Le perdite provocate dagli intasamenti sono oggi stimate a circa due miliardi di franchi l’anno. Questi congestionamenti colpiscono non solo le arti e mestieri, ma anche chi abita vicino alla strada e l’ambiente. Di fronte a questa realtà, l’unica domanda da porsi è come finanziare gli importanti investimenti dei prossimi anni.

Il Consiglio federale e il Parlamento propongono, fra altre misure, un aumento dell’imposta sugli oli minerali. Già oggi, la Confederazione preleva il 60% del prezzo della benzina sotto forma di imposte (più di 80 centesimi il litro). Questo rincaro artificiale dei carburanti ha per effetto che sempre più persone che praticano il turismo degli acquisti alle frontiere approfittano dell’occasione per fare anche il pieno all’estero. Questa pratica non è utile né all’ambiente, né all’economia svizzera e, ancora meno, alla cassa della Confederazione. Appesantire ancora di più questo onere fiscale è quindi decisamente controproducente.

L’UDC sostiene certamente il progetto FOSTRA, ma dà la preferenza al sistema di finanziamento proposto dall’iniziativa per un equo finanziamento dei trasporti (“Iniziativa della vacca da mungere”). Questa iniziativa chiede che la totalità del prodotto generato dall’imposta sugli oli minerali sia utilizzata per la manutenzione e alla sistemazione delle strade. Oggi, la metà di questo prodotto è dirottata sulla cassa generale della Confederazione e sui trasporti pubblici, per cui manca costantemente il denaro necessario alla sistemazione dell’infrastruttura stradale. In breve, i mezzi finanziari necessari alle strade sarebbero disponibili, ma non sono assegnati alla giusta destinazione e vengono utilizzati per altri compiti.

UDC Svizzera

Berna, 02 maggio 2016

Comments are closed.

« »