Eleggere è molto semplice!

Apr 3 • Dal Cantone, L'opinione • 700 Visite • Commenti disabilitati su Eleggere è molto semplice!

Urs von der Crone Presidente ds-SVP Tessin

Urs von der Crone
Presidente ds-SVP Tessin

Com’era difficile una volta farsi un’idea dei candidati prima delle elezioni. Si dovevano seguire i dibattiti alla radio e alla televisione, leggere dozzine di interviste nei giornali e pure spulciare la pubblicità dei singoli partiti. Oggi è tutto molto più semplice. Nel “Mattino della Domenica” del 22 marzo 2015, è stata pubblicata un’istruzione chiara e semplice su come votare, all’indirizzo della base dell’UDC Ticino. Con una piccola limitazione: la raccomandazione s’indirizza solo agli elettori dotati di un sano buon senso. E poiché quest’ultimo l’abbiamo tutti, le righe in questione sono destinate a noi tutti: “Anche per queste elezioni, la base dell’UDC – grazie al voto segreto, nessuno viene a sapere come hai votato – deciderà di sostenere la lista della Lega dei Ticinesi, al fine di assicurare la rielezione degli eccellenti  consiglieri di Stato Norman Gobbi e Claudio Zali.” Strano: ho parlato con molti membri dell’UDC in Ticino e una buona parte di loro mi ha confermato che Norman Gobbi è un autentico amico del nostro partito. Viceversa, non ho incontrato nessuno che voglia votare per Claudio Zali. I motivi si possono facilmente attribuire alla politica degli ultimi mesi.    

Il giornale della Lega pronostica poi un misero risultato dell’UDC, perché non ha stipulato un’alleanza con la Lega. Il giornale sottace che, girano voci, che Toni Brunner e Christoph Blocher hanno inoltrato alla Lega una richiesta: in caso di una vittoria della Lega a queste elezioni cantonali 2015, l’UDC Svizzera  inoltrerà – il 1° aprile dell’anno prossimo – una richiesta di adesione del partito nazionale alla Lega dei Ticinesi.

Forse è vero quanto si afferma spesso: la Lega e l’UDC hanno in Ticino più o meno l’80% degli obiettivi politici in comune. Ma lo stile politico è totalmente diverso fra i due partiti. La Lega lavora con il metodo della mazza e degli insulti agli avversari politici. Per i partiti che formano l’alleanza LA DESTRA, in primo piano ci sono degli argomenti concreti. La variante di stile e di civiltà nel fare politica è un marchio di fabbrica dei nostri politici. Lo hanno dimostrato nella ultime settimane diverse interviste fatte a politici dell’UDC, dell’UDF e di Area liberale. Tutti in un’alleanza di raggruppamenti politici ragionevoli che suscita grandi speranze.

I suoi obiettivi sono stati comunicati chiaramente: posti di lavoro prioritariamente ai Ticinesi, difesa del benessere, lotta alla criminalità, meno compiti al settore pubblico, meno burocrazia e più responsabilità individuale per i cittadini. I candidati de LA DESTRA hanno suscitato parecchie aspettative presso gli elettori non legati ai partiti. È quindi pensabile, contro i pronostici del “Mattino” che, accanto alla base dell’UDC, dell’UDF e di Area liberale,  diverse altre e altri Ticinesi eleggeranno dei politici degni di fiducia nelle fila de LA DESTRA (Lista N° 10).

Comments are closed.

« »