Discriminaziun

Set 10 • Prima Pagina, Sport e Cultura • 76 Visite • Commenti disabilitati su Discriminaziun

Le poesie dialettali di Edo Figini

Sa parla da tö-via di segn Cristian

da scöll, ufizi püblich, uspedaa

parchè ‘l saria “fatur discriminant”

par gent che d’altra feed inn praticant

ma, forzi, apena naturalizzaa

cul dopi pasaport ben strenc in man.

 

E in barba a magiuranz da Cunfessiun,

gh’è, pürtropp, gia chi che ga da resun.

 

Però nümm, ciola, a fass discriminà.

Nüm veri Svizzar (da segunda class)

che podarem mai veegh in apannagg

dal dopi passaport tütt i vantagg,

parchè par nümm, gh’è nanca da ‘nsugnass,

da pudé veegh dò naziunalità.

 

Ma chi, i nost mass-media citus mutus.

Anzi gh’è gia chi vöör sudumizzam,

brigandu par sfrütà Svizzar-salam

e nümm quasi cuntent da fass fregà.

 

Parciò, par migna vess discriminaa

mi disi: O semm tütt müj o tüt bastard!

E ul Svizzar diventaa cun cunvinziun

‘l gh’ha mia bisogn da tignì ‘l pè ‘n dò scarp.

 

Par i cuntrari, lecit suspetà.

 

© Edo Figini 29 ago. 2017

 

Traduzione

 

Discriminazioni

Si parla di togliere dei segni del Cristiano

da scuole, uffici pubblici, ospedali,

perché sarebbero causa di discriminazione

per genti di altra fede,

forse appena naturalizzate

ma col doppio passaporto ben stretto in mano.

 

E in barba alla maggioranza di confessione (religiosa),

c’è già, purtroppo, chi da loro ragione.

Però noi, fessi, ci facciamo discriminare.

Noi, veri Svizzeri (ma di seconda scelta)

che non potremo mai avere l’appannaggio

di tutti i vantaggi del doppio passaporto,

perché noi nemmeno ce lo sogniamo,

di poter avere due nazionalità.

Però su questa discriminazione i nostri mass-media tacciono.

Anzi c’è già chi vuole sodomizzarci

brigando per sfruttare il buonismo -“salame” di noi svizzeri

e noi quasi contenti di farci fregare.

 

Perciò per non essere discriminati,

io dico: (Vecchio proverbio) O tutti muli o tutti bastardi!

E uno che si è naturalizzato con convinzione ( e non per opportunismo)

non ha bisogno di tenere il piede in due scarpe.

 

Per chi non la pensa cosi, ogni sospetto è lecito.

 

Comments are closed.

« »