Consiglio federale irresponsabile: chiaro taglio nella sicurezza

Ott 28 • Dall'UDC, Dalla Svizzera, Prima Pagina • 660 Views • Commenti disabilitati su Consiglio federale irresponsabile: chiaro taglio nella sicurezza

Logo UDC

Il Consiglio federale ha presentato oggi (21.10.2015) i principali elementi del programma di riduzione delle spese per un totale di un miliardo di franchi durante gli anni 2017-2019. Come l’UDC aveva temuto in un dibattito parlamentare sullo sviluppo dell’esercito, il governo taglia ancora una volta sulla difesa nazionale. Una scelta totalmente irresponsabile di fronte alla guerra in Ucraina e in Siria, al persistente rischio di terrorismo e agli immensi movimenti migratori verso l’Europa.

Le spese federali sono più che raddoppiate dal 1990. Con eccezione della difesa nazionale e dell’agricoltura, tutte le spese della Confederazione sono aumentate, in parte anche massicciamente. Per risparmiare, si deve quindi soprattutto tagliare nelle spese che hanno registrato una crescita sproporzionata, ossia in particolare gli oneri del personale della Confederazione, l’aiuto allo sviluppo e il budget culturale.  

L’UDC ricorda inoltre agli altri partiti di destra la promessa da loro fatta di congelare la spesa pubblica al livello del 2014, ossia a 64 miliardi di franchi in totale.

La sicurezza generale in Europa s’è considerevolmente deteriorata in questi ultimi mesi con l’afflusso di rifugiati da una parte, e gli eventi bellici a solo poche ore d’aereo, dall’altra. È decisamente irresponsabile, in tale contesto, risparmiare nella sicurezza. Per adempiere la sua missione, l’esercito ha bisogno di almeno 5 miliardi di franchi l’anno. È il solo modo di assicurare lo sviluppo dell’esercito e anche di permettergli di sostenere il Corpo svizzero delle guardie di confine nella sorveglianza delle frontiere nazionali.

Il fondamento dei timori espressi chiaramente dall’UDC durante l’esame parlamentare sullo sviluppo dell’esercito è oggi confermato dal progetto di programma di stabilizzazione delle finanze federali. L’UDC s’aspetta dai partiti di centro che dichiarino la loro posizione e facciano seguire dagli atti le belle promesse fatte al momento della discussione sullo sviluppo dell’esercito.

Berna, 21 ottobre 2015

Comments are closed.

« »