Archive for the ‘L’editoriale’ Category

  • “Do ut des?” No, “do” e basta!

    Apr 22, 18 • 714 Views • L'editoriale, Prima PaginaCommenti disabilitati su “Do ut des?” No, “do” e basta!

    Domenica 29 aprile voteremo la modifica della legge tributaria che vuole migliorare – ma neanche di tanto – l’imposizione fiscale del capitale delle aziende e della sostanza delle persone fisiche. Ma neanche tanto, abbiamo detto, perché

  • I correttivi (peggiorativi) al buonsenso

    Apr 8, 18 • 689 Views • L'editoriale, Prima PaginaCommenti disabilitati su I correttivi (peggiorativi) al buonsenso

    In democrazia la macchina elettorale sarebbe di un’assoluta semplicità se, come accade in diversi settori, l’umano non pretendesse di fare meglio. Delle persone si candidano per una funzione – consigliere comunale, municipale, deputato in Gran

  • L’inno alla mediocrità della sinistra

    Mar 25, 18 • 772 Views • L'editoriale, Prima PaginaCommenti disabilitati su L’inno alla mediocrità della sinistra

    Quote rosa, parità di obiettivi scolastici a prescindere dalle capacità individuali – la famosa “inclusione”, motivo ricorrente del progetto di Manuele Bertoli “La scuola che verrà” – l’assoluto rifiuto di ammettere che gli esseri umani non

  • Prima i nostri: la legge lascia spazio di manovra, il partito preso no!

    Mar 10, 18 • 591 Views • L'editoriale, Prima PaginaCommenti disabilitati su Prima i nostri: la legge lascia spazio di manovra, il partito preso no!

    Dapprima fu il rifiuto aprioristico totale, “a sa poo mia”. E basta! Poi, una perizia nella quale l’autore, seppur dando il contentino al committente Consiglio di Stato dicendo che gli spazi d’applicazione erano limitati, dava per ricevibile

  • Nuovo ordinamento finanziario: niente di nuovo, il solito provvisorio duraturo

    Feb 23, 18 • 615 Views • L'editoriale, Prima PaginaCommenti disabilitati su Nuovo ordinamento finanziario: niente di nuovo, il solito provvisorio duraturo

    La paternità – o meglio, la maternità – del termine “provvisorio duraturo” riferito all’imposta federale diretta, pare sia da attribuire all’ex-consigliera agli Stati PLR Vreni Spoerry-Toneatti, che lo utilizzò in un articolo nella rivista

  • Non ci siamo, signor Cassis!

    Feb 7, 18 • 441 Views • L'editoriale, Prima PaginaCommenti disabilitati su Non ci siamo, signor Cassis!

    Leggiamo su Teletext: «Cassis: “Rafforzare i legami con l’UE” – Fare in modo che il popolo condivida la linea adottata dal Governo in materia di politica estera, portare il contributo della Confederazione alla stabilità e alla pace nel mondo e,

  • Le granitiche certezze…

    Gen 30, 18 • 442 Views • L'editoriale, Prima PaginaCommenti disabilitati su Le granitiche certezze…

    Quando c’è da combattere una posizione in campagna di voto, emergono le certezze «granitiche» – a detta di chi le esprime, quindi, indiscutibili – degli scenari che si avvererebbero in caso di una scelta popolare contraria alle proprie convinzioni.

  • 2018: migliorerà la politica estera della Svizzera?

    Gen 14, 18 • 459 Views • L'editoriale, Prima PaginaCommenti disabilitati su 2018: migliorerà la politica estera della Svizzera?

    La domanda è legittima, la speranza anche, ma un certo scetticismo è doveroso, visto che Parlamento e Consiglio federale sono gli stessi del 2017 e che i primi passi della “new entry” del governo – Ignazio Cassis che, stando ai titoli dei giornali,

  • Diritti sì, ma i doveri?

    Dic 15, 17 • 489 Views • L'editoriale, Prima PaginaCommenti disabilitati su Diritti sì, ma i doveri?

    A mio avviso, i diritti dell’uomo – già presenti in qualche modo nell’antichità e ripresi in varia misura dalla dichiarazione d’indipendenza degli Stati uniti d’America, dalla rivoluzione francese, e infine dall’ONU nel 1948 – non avrebbero

  • E se finalmente cominciassimo a pensare a noi?

    Dic 1, 17 • 526 Views • L'editoriale, Prima PaginaCommenti disabilitati su E se finalmente cominciassimo a pensare a noi?

    Il miliardo e trecentodue milioni che il Consiglio federale (spero vivamente non all’unanimità) ha deciso di promettere – per bocca di Doris Leuthard, fra baci, abbracci e, conoscendo l’individuo, verosimilmente anche qualche abbondante cicchetto di