Archive for the ‘L’editoriale’ Category

  • Expo 2015: i perché di un NO non proprio convinto

    Set 21, 14 • 1652 Views • L'editorialeCommenti disabilitati su Expo 2015: i perché di un NO non proprio convinto

    Ho votato NO al credito per la partecipazione a EXPO 2015, come peraltro avevo già fatto in Gran Consiglio. Mentalità chiusa, mancanza di visioni, atteggiamento ostile all’economia? Decisamente no, la mia decisione è stata dettata da un’analisi dei pro

  • La cassa malati pubblica: replay del 2007

    Set 7, 14 • 1390 Views • L'editorialeCommenti disabilitati su La cassa malati pubblica: replay del 2007

    Il 28 settembre voteremo l’iniziativa popolare promossa dalla sinistra “Per una cassa malati pubblica”. Il titolo è di per sé stesso volutamente ingannevole, perché  il modello proposto omette di specificare – almeno nel titolo – che si

  • Mala tempora currunt…

    Lug 25, 14 • 1605 Views • L'editorialeCommenti disabilitati su Mala tempora currunt…

      … sed peiora parantur (Corrono tempi cattivi, ma se ne preparano di peggiori). La piuttosto pessimistica frase di Cicerone non è forse la più indicata per festeggiare il 1° agosto, una ricorrenza che dovrebbe essere gioiosa e fonte d’orgoglio e

  • Il patriottismo sprecato

    Lug 11, 14 • 1553 Views • L'editorialeCommenti disabilitati su Il patriottismo sprecato

    Indro Montanelli termina così la sua notevole opera “La storia di Roma”: Forse uno dei guai dell’Italia è proprio questo: di avere per capitale una città sproporzionata, come nome e passato, alla modestia di un popolo che, quando grida «Forza

  • UDC – Lega: qualche pacata riflessione

    Giu 27, 14 • 1640 Views • Dal Cantone, L'editorialeCommenti disabilitati su UDC – Lega: qualche pacata riflessione

    Martedì 17 giugno ha avuto luogo a Berna un incontro fra esponenti della Lega dei Ticinesi e di UDC Ticino, in presenza del presidente del partito nazionale Toni Brunner, del vicepresidente Christoph Blocher e del segretario generale Martin Baltisser.

  • La democrazia diretta: un bene unico, da salvaguardare!

    Giu 13, 14 • 1808 Views • L'editorialeCommenti disabilitati su La democrazia diretta: un bene unico, da salvaguardare!

    La maggior parte della classe politica svizzera odierna farebbe rivoltare nella tomba qualunque politico l’abbia preceduta fino ad alcuni decenni fa. Chiunque abbia fatto politica – raggiungendo gli usuali traguardi di una carriera, Gran Consiglio e

  • Tanto fanno sempre ciò che vogliono lo stesso!

    Mag 31, 14 • 1604 Views • L'editorialeCommenti disabilitati su Tanto fanno sempre ciò che vogliono lo stesso!

    “Sciora, una firmeta?”- “Mah, tant l’è inütil, i fann sempar chel che vöran li stess!”   Quante volte chi è in piazza a raccogliere firme per referendum e iniziative varie s’è sentito così esprimere il sentimento di frustrazione di persone

  • Il vecchio leone ruggirà ancora, eccome!

    Mag 15, 14 • 1549 Views • L'editorialeCommenti disabilitati su Il vecchio leone ruggirà ancora, eccome!

    La notizia ha sorpreso da una parte, e ovviamente ha fatto scalpore nei media suscitando i commenti più svariati: Christoph Blocher si ritira. Inutile dire che i commenti più velenosi siano venuti dalla sinistra – estrema (PS e Verdi) e moderata (PPD

  • Gripen: non si tratta solo di un aereo, bensì della nostra libertà, sovranità e indipendenza!

    Mag 2, 14 • 1498 Views • L'editorialeCommenti disabilitati su Gripen: non si tratta solo di un aereo, bensì della nostra libertà, sovranità e indipendenza!

    In questo mondo impazzito, rovinato da stregonerie che vengono chiamate ingegneria finanziaria e globalizzazione, dominato da internazionalismi (ONU, OCSE, NATO, AELS, G8 e G20 e così via, senza dimenticare il G1 che si chiama USA), corroso da enormi

  • Una votazione pericolosa perché subdola

    Apr 15, 14 • 1506 Views • L'editorialeCommenti disabilitati su Una votazione pericolosa perché subdola

    La votazione sulle “questioni istituzionali” arriverà fra fine 2014 e il 2016   Il lupo federale perde il pelo, ma non il vizio, laddove per lupo si intende quella classe politica che, sorda al parere della cittadinanza che si è più volte espressa