Berna aspetta sempre Godot!

Mar 7 • L'opinione • 811 Visite • Commenti disabilitati su Berna aspetta sempre Godot!

Drake

Sarà il solito bidone!

 

Berna aspetta sempre Godot!

 

Nella Capitale federale, “Vladimiro” ed “Estragone” aspettano pazienti. È il loro classico ruolo, quello che amano solitamente recitare, convinti che platea e loggione si accontentino della ripetitiva pièce, in cartellone oramai da troppo tempo.

Bisogna cambiare radicalmente programma, stampare una nuova locandina. Qualcuno va  dicendo in giro che si stanno prendendo in considerazione nuovi copioni, nuovi autori per parare all’insuccesso subito nell’ultima recita, quella che ha dato adito ad un nutrito lancio di ortaggi scagliati dal “pubblico” sul “palcoscenico” federale. Che volete: gli attori non sono certamente da premio Oscar!

“Godot”, notoriamente, ama farsi attendere dai suoi ospiti, ma siccome sono ostinati, fors’anche un po’ ottusi e convinti di essere dei grandi anfitrioni, testardamente aspettano, confidando nella pazienza di coloro che poi, dopo aver protestato dicendo basta, stoicamente accetteranno, rassegnati, di essere presi in giro ancora una volta. Grave errore, non provateci nemmeno a pensarlo!

Adesso sarà opportuno tener conto delle critiche e dei mugugni che si stanno amplificando e che non promettono nulla di buono!

“Bussano alla porta!”- Sobbalzo dei vagabondi! – Eccolo, è sicuramente Godot !”

Nossignori, è solo il presidente del P$S al guinzaglio del “gigante” UE presso il quale si è recato a genuflettersi e scusarsi per la “pochezza intellettuale” della gente del suo Paese (sic!!). Conseguenza: gli sgherri di Bruxelles adesso minacciano severe sanzioni. Sai che paura!

La gente di questa Terra invidiataci da molti, soprattutto da alcune Nazioni “amiche” e a noi geograficamente vicine, non ha la pazienza di Vladimiro e di Estragone! L’ha esaurita e attende – da parte di coloro che dovrebbero governarci e rispettarci – un guizzo di orgoglio nell’ affrontare “Golia” a viso aperto, fionda nella mano, pronti a scagliare la fatidica pietra!

Il gigante (?) fa la voce grossa:  gonfia i muscoli, mostrandoli con l’intento di spaventare chi non accetta le regole imposte dal suo regime tecnocratico. Imbufalito,  ci promette lacrime e sangue. Le minacce  sono supportate da alcuni scudieri locali,  inginocchiati ai suoi piedi nella speranza di raccogliere da terra qualche avanzo, qualche osso.

Avendo i piedi d’argilla, il “gigante”, può solo bluffare e strapparci un sorrisino  di compatimento, quello che si palesa solitamente quando qualcuno le spara grosse e quindi non viene preso sul serio.

Il Popolo svizzero, quel poco che ne è rimasto, sovrano e fiero di esserlo, non possiede quella virtù di cui  faceva grande sfoggio Giobbe. Chissà, forse un tempo ce l’avrà avuta, ma adesso è merce che non si trova più esposta sugli scaffali.

Noi ci siamo stancati di aspettare “Godot”. Attendiamo fatti, prese di posizione chiare da parte dei nostri governanti. Non inchini, tappeti rossi e voli pindarici!

Il CF deve rispettare la volontà popolare; smetterla di prendere o stipulare accordi sottobanco, a nostra insaputa, tanto… Deve far comprendere, a chi ha problemi d’udito o fa finta di averli, che non c’è trippa per nessuno e che non verranno tollerati né ricatti né minacce da parte di chicchessia! Questo è il mandato che devono onorare i CF eletti.

Hanno voluto invitare Godot? Non arriva? E allora abbiano il coraggio, una volta e per tutte, di mandarlo a quel paese!

Purtroppo temiamo, come “Vladimir” e “Estragon”, che  l’attesa sarà  vana e che Godot, ancora una volta, ci farà un bel bidone!

Comments are closed.

« »