Battista Ghiggia non ce la fa malgrado l’ottima votazione

Nov 20 • Dal Cantone, Dall'UDC, L'opinione, Prima Pagina • 743 Views • Commenti disabilitati su Battista Ghiggia non ce la fa malgrado l’ottima votazione

Gabriele Pinoja Presidente UDC Ticino

Gabriele Pinoja
Presidente UDC Ticino

Durante l’ultimo fine settimana abbiamo nuovamente votato per l’elezione dei due candidati al  Consiglio degli Stati , con l’elezione di ballottaggio.

L’esito dello stesso ha sancito la risicata vittoria dei due candidati uscenti, Filippo Lombardi e Fabio Abate, i quali – seppur con qualche timore, in particolare  Abate – hanno salvato la loro poltrona, per il prossimo quadriennio, nella camera alta del Parlamento.

Come si può interpretare questo risultato?

Sicuramente, il loro principale antagonista, Battista Ghiggia, ha ottenuto un risultato più che lusinghiero, arrivando a soli 1600 voti da Abate. Nella prima tornata elettorale, il distacco si era fissato in 4000 preferenze, quindi da parte dell’esponente di Lega e UDC c’è stata una bella rimonta, anche se non sufficiente. Complimenti quindi al nostro esponente per l’ottimo risultato ottenuto .

Analizzando i risultati, ci si accorge come Lombardi abbia sì marciato sul posto ma, avendo capitalizzato un certo vantaggio durante la prima tornata di ottobre, ha mantenuto con una certa sicurezza le potenzialità di essere rieletto. Diversa invece la posizione di Abate: questo si è salvato grazie soprattutto all’aiuto “rosso”, arrivato in soccorso dal PS, ampiamente preannunciato nelle settimane precedenti. A dire il vero, quest’aiuto lo si pensava di proporzioni maggiori, ma lo scarso interesse che probabilmente richiamava il loro candidato, a fatto sì che sia stato contenuto. A tal proposito, basti osservare, la magra figura rimediata dal loro esponente nell’elezione di ballottaggio. Chissà cosa avrà pensato il Dr. Franco Cavalli, che quattro anni orsono, ottenne un grande risultato proprio nell’elezione di ballottaggio.

Sta di fatto che, comunque, l’obiettivo da parte dell’esponente PLR è stato raggiunto. Complimenti quindi a lui, come pure a Filippo Lombardi.

Ciò che è avvenuto in Ticino, purtroppo, l’abbiamo vissuto anche in altri cantoni.

Nell’elezione di ballottaggio, è ormai una consuetudine che  contro l’esponente UDC si schierino tutti i partiti! È l’unico modo, di fatto, per poter contrastare un nostro rappresentante che, un po’ ovunque, gode di circa il 30 % di consensi. Per superarlo bisogna quindi per forza trovare alleanze, spesso anche “incredibili”.

Per noi ticinesi, oggi più che mai, è necessario che la voce del nostro Cantone tuoni in Assemblea federale. Ciò potrà avvenire solo e unicamente se la deputazione dei dieci eletti a Berna riuscirà a fare la voce grossa . Tra questi dieci abbiamo i due riconfermati, Lombardi e Abate che, spero, grazie alla loro lunga esperienza alle Camere federali, possano fare il bene del Ticino.

Il primo appuntamento al quale sono chiamati è fissato per il 9 dicembre, in occasione dell’elezione del Consiglio federale. Se ci fosse tra i candidati l’attuale presidente del nostro Governo Cantonale, Norman Gobbi, mi auguro veramente che lo votino. In seguito le occasioni per prendere le giuste decisioni a favore di un Cantone in difficoltà, non mancheranno. Noi staremo vigili a osservare se le promesse fatte durante la campagna elettorale verranno mantenute. In caso contrario non esiteremo a prendere posizioni critiche.

Comments are closed.

« »