Airolo – Assemblea generale della Società artiglieri

Gen 25 • Prima Pagina, Sport e Cultura • 774 Visite • Commenti disabilitati su Airolo – Assemblea generale della Società artiglieri

Si è svolta il 5 dicembre presso il Caseificio del San Gottardo di Airolo l’assemblea ordinaria della Società ticinese di artiglieria. Alla presenza del Divisionario a/r Jean – Daniel Mudry, i soci hanno riconfermato il comitato presieduto dal 1° Tenente Simone Gianini.

Nel corso dell’incontro è stata illustrata l’attività annuale che ha visto il rilancio dell’Opera fortificata A8154 di Mairano, con la classica scampagnata e della gita enogastronomica e culturale in Valtellina (ospiti della locale società artiglieri di Morbegno), e il tiro sociale a Faido in collaborazione con il Circolo Ufficiali di Bellinzona.

Fra i temi trattati anche quello che non risparmia nemmeno la STA, la quale – come altre società, non solo militari – vede progressivamente diminuire i propri soci, non da ultimo a seguito della riduzione del tempo di leva e degli effettivi del nostro esercito. L’Assemblea ha così dato mandato al Comitato di approfondire la possibilità di aprire l’associazione anche a persone vicine all’artiglieria, ma non necessariamente ufficiali.

Soddisfazione è invece stata espressa per il fatto che anche con la prossima riforma dell’Esercito è previsto che venga mantenuto il Gr. Art. 49, unico gruppo di artiglieria a maggioranza ticinese.

I lavori assembleari sono stati preceduti da un momento di riflessione officiato del cappellano militare, Cap. Michele Fornara, in ricordo di Santa Barbara – Patrona degli artiglieri –.

L’assemblea è stata preceduta dalla visita del Forte Fondo del Bosco (Forte Airolo), situato nel perimetro della Piazza d’Armi di Airolo. Accompagnati dal Ten. Col. Paolo Germann, già comandante di settore delle locali fortificazioni, che ha spiegato il motivo per cui il Consiglio Federale ne decise la costruzione nel 1885. La visita ha avuto il suo culmine all’interno del forte, allestito da qualche anno (grazie al compianto Colonnello Arnoldo Moriggia) come museo storico di eccezionale qualità.

A conclusione della manifestazione si è tenuto ‘chez’ il Caseificio il tradizionale convivio a base di fondue al formaggio.

 

Giorgio Piona

Comments are closed.

« »